Skip to content

MA PER FAVORE!

12/05/2012
Il conduttore di Ballarò, Giovanni Floris

Il conduttore di Ballarò, Giovanni Floris

Ho appena smesso (nel senso che ho letteralmente spento la televisione) di guardare Ballarò … trasmissione che, a dire il vero, oltre a Crozza guardo quasi mai.
Questa sera, però, ero dell’idea di fare un’eccezione, giusto per sentire un po’ di commenti post elezioni. E invece …Cos’è successo? Quasi subito il conduttore ha dato la parola a Cesare Romiti (a volte ritornano …) che per spiegare, come gli era stato chiesto, la situazione, è riuscito a dire più o meno questo: “siamo messi così perché l’Italia, da vent’anni, è un paese che non cresce più …”.

E lo dice lui? Lui che è stato per vent’anni (dal 1976) al vertice della Fiat riuscendo quasi a distruggerla?

Cesare Romiti, ex presidente Fiat

Cesare Romiti, ex presidente Fiat

Lui che ha pervicacemente perseguito la “finanziarizzazione” del gruppo a discapito della produzione automobilistica (che avrebbe dovuto, ovviamente, essere il “core business” dell’attività)? Lui che ha utilizzato a suo (anzi, di Agnelli) comodo le casse dello Stato come “ammortizzatori sociali”, che ha aperto improbabili nuovi stabilimenti nel sud Italia per sfruttare i relativi contributi pubblici e, “last but not least” lui che ha licenziato decine di migliaia di dipendenti Fiat? Va bene che “il mondo è bello perché è avariato” ma credo che anche all’indecenza ci sia un limite!

Limite che, a dire il vero, queste trasmissioni (non solo Ballarò) oltrepassano spesso e con una disinvoltura che lascia interdetti.
Quanto volte abbiamo visto Carlo De Benedetti (che ne ha fatte d’ogni con Olivetti, Sme, Banco Ambrosiano e via elencando) intervenire a mo’ di “opinion leader” imprenditoriale in questa e quell’altra trasmissione? E Luigi Abete, ex presidente di Confindustria, dell’Unione degli Industriali di Roma, dell’Università Luiss, di Cinecittà, di Assonime e ancora di BNL (quindi tutto fuorché un “non addetto ai lavori”) che si autodefinisce un “semplice cittadino”?
Un malcostume che non riguarda solo il mondo imprenditoriale … per esempio, l’avete visto Luciano Moggi (uno dei protagonisti della Calciopoli di alcuni anni or sono) fare l’esperto in questa e quella trasmissione calcistica? E Paolo Cirino Pomicino (condannato in via definitiva per finanziamento illecito e altro) dissertare di politica in TV e sui giornali?
A quanto pare in Italia è proprio tutto possibile. D’altra parte l’esempio viene dal vertice: si può conferire al “pensionato d’oro” Giuliano Amato (uno che incassa oltre 31mila euro di pensione tutti i mesi) l’incarico di consulente tecnico di un governo di tecnici a cui dovrà dire dove, come e cosa tagliare in tema di finanziamento (che dopo il referendum di anni or sono non dovrebbe esserci per niente) a partiti e sindacati? Evidentemente sì, visto che il governo Monti l’ha fatto poche settimane or sono! Tecnici? Ma per favore …!

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...