Skip to content

LA SCOMPARSA DI CLAUDIO MAGLIOLI

08/08/2012

Una recente immagine di Claudio MaglioliLutto nel mondo dell’automobilismo. E’ mancato ieri, dopo un lungo periodo di malattia, il pilota e preparatore biellese Claudio Maglioli: un uomo che ha “lasciato il segno” nella storia dell’automobilismo sportivo italiano.
Nato a Biella il 9 giugno 1940, Claudio, di dodici anni più giovane del fratello Umberto (che fu pilota di primaria importanza a cavallo fra gli anni ’50 e ’60, con Ferrari e Porsche), iniziò a correre, non ancora ventenne, in sella a motociclette di piccola cilindrata da lui stesso preparate (Cucciolo, Ducati 65 e 75 e Rumi 125 Junior).
Appassionato di meccanica, fu proprio grazie al motore di un Rumi 125 Junior che passò a gareggiare nei kart: pilotava mezzi da lui stesso realizzati, che gli diedero molte vittorie; soprattutto quando, dopo aver provato Contesa e Bultaco, mise a punto un suo motore, che chiamò Bultaco Privat, con cui prese parte a un centinaio di gare, vincendone più della metà.
A quel punto, sempre su di un kart, iniziò a partecipare a quasi tutte le gare in salita in cui erano ammessi i kart (per esempio la Bologna – S. Luca e la Vergato – Cerellio), sempre con ottimi risultati.
Poi, nel 1964, il passaggio alle auto. Iniziò con una Alfa Romeo Giulia Super Ti con cui, fra l’altro, vinse la Quattro Ore di Monza, in coppia con Giancarlo Baghetti.
Fu subito notato e l’anno successivo, con la qualifica di pilota e collaudatore del Reparto Corse, passò alla Lancia, marchio con cui continuò a collaborare fino al 1986, anno in cui chiuse l’attività.
Maglioli e la Lancia Stratos, un connubio indimenticabileE’ davvero notevole l’elenco delle vittorie ottenute in questo periodo: nel 1965 e nel 1966 fu suo il Campionato Italiano Turismo classe 2000 (su di una Lancia Flavia Zagato 1.8), nel 1967 il Campionato Europeo Turismo I divisione 1300 (con una Lancia Fulvia HF 1.3) e nel 1970 il Campionato Italiano Assoluto Gran Turismo (con una Lancia Fulvia HF 1.3 / 1.6).
Sarebbero però da ricordare anche tantissime vittorie, assolute e di classe, ottenute nelle più disparate gare (rally, pista, salita); come pure tutto ciò che Maglioli non vinse direttamente ma vinsero le vetture da lui preparate e collaudate. Anzi, a questo proposito si potrebbe anche dire che le capacità meccaniche di Maglioli gli diedero persino più notorietà di quanto ottenuto con le vittorie nelle competizioni. Fu infatti un grande, anche in questo campo.
La più nota delle sue “creazioni” fu molto probabilmente la barchetta F&M Special, la “Fulvia senza il tetto”, ambizioso progetto, creato per rendere la coupé Lancia più leggera e competitiva nelle gare più “stradali” del campionato (il Mugello e la Targa Florio, per esempio) e che riuscì a farsi approvare da Cesare Fiorio quasi mettendolo davanti al “fatto compiuto”. Ne fece tre, due nel 1969 e una nel 1970, con cui gareggiarono, con ottimi risultati, lui stesso e Munari. Con quella poi rimasta di sua proprietà, Maglioli si tolse anche la soddisfazione di vincere l’Occhieppo-Graglia del 1969.
In seguito lavorò alla preparazione di tante altre Lancia, le Beta HF e Montecarlo, i prototipi Lancia Endurance LC1 e LC2 e le “mitiche” e tanto ricercate Stratos “Maglioli”.
Ci fu un tempo in cui passavano più Stratos a Biella che sui campi di gara perché, lo dicevano tutti, le “sue” Stratos andavano benissimo, persino meglio di quelle ufficiali!

Maglioli alla guida della sua "Fulvia barchetta", alla Targa Florio del 1969

Articolo pubblicato anche sul giornale La Nuova Provincia di Biella dell’8 agosto 2012, pagine 1/3

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...