Skip to content

CHI HA DAVVERO VINTO IN SICILIA

30/10/2012

Avete visto? Alla fine è andata come doveva andare … In Sicilia ha vinto la protesta della gente che ha scelto due modi, purtroppo antitetici e non conciliabili, di dire basta a questo schifo.
Il primo (lo dimostra il fatto che ha votato solo il 47% degli aventi diritto, contro il 66% della precedente tornata elettorale) è stato quello di non andare a votare: una scelta più che comprensibile ma che alla fine non serve a nulla poiché, come già detto nell’articolo di ieri, “lor signori vengono eletti lo stesso e alla fine non cambia proprio niente”.
Il secondo è stato quello di votare in massa il Movimento 5 Stelle, che, avendo raccolto il 14,9% dei consensi, è ora ufficialmente il primo partito dell’isola. Risultato niente male per uno (Grillo) che solo qualche mese or sono era, a detta di tutti, destinato ad avere vita dura in Sicilia!
Ora le cose, per un po’, andranno come prima: il nuovo presidente (Rosario Crocetta), che non dispone della maggioranza dei seggi, farà (anche se ora dice di no) tutta una serie di compromessi e accordi (con Micciché e Lombardo? Magari con Musumeci?) per dare vita a una giunta “stabile” che resterà in piedi un tot di mesi, cioè fino a quando gli “alleati” inizieranno a litigare per questo, quello e quell’altro motivo. Tutto come prima, dicevamo … sì, perché lo scenario più probabile dovrebbe proprio essere quello in cui Crocetta si allea con il movimento di Lombardo: e così la Sicilia sarà retta dalla stessa maggioranza (Pd, Udc e Mpa) che ha sostenuto il governo precedente. Evviva il cambiamento!
Sarà invece molto interessante veder muoversi gli eletti del Movimento 5 Stelle che dovrebbero, secondo quanto annunciato ovunque dal loro leader, proporre cose veramente alternative: a cominciare dalla riduzione del numero de “parlamentari siciliani” e del loro emolumento. Se faranno anche solo una parte, ma vera, di ciò che hanno annunciato (dico questo perché voglio anche vedere cosa il sistema gli permetterà di fare …) è facile prevedere che alle prossime elezioni il risultato elettorale del Movimento 5 Stelle sarà ben altro e ancora più importante. Allora sì che ne vedremo delle belle!

P.S. Sui giornali, in televisione e sui media in generale, oggi troverete qualcuno (Bersani) che cercherà di convincervi che il risultato delle elezioni siciliane è stato per il suo partito (il Pd, passato dal 18,7% al 13,5%) un “risultato storico in senso positivo”; peggio ancora farà il suo maggiore antagonista (Alfano) che, nonostante la disfatta del suo partito (il Pdl, precipitato dal 33% al 12,9%) lo troverete intento a spiegare che in Sicilia l’esito delle urne è comunque “la prova che il centrodestra c’è” e che la sconfitta è dovuta al fatto di aver “diviso i moderati”.
Io non so che film questi abbiano visto ieri ma una cosa è certa: la trama non l’hanno proprio capita!

Annunci

From → Casta "News"

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...