Skip to content

STRISCIA? ARIDATECE GREGGIO!

24/09/2013

I “velini”, Virginia Raffaele alias Nicole Minetti, la Hunziker “leggermente” incinta … Insomma, vi è piaciuta la nuova versione di Striscia La Notizia?
striscia-veliniDiciamo subito che se l’obbiettivo era quello (ed era quello), di “far parlare” … allora è stato sicuramente raggiunto.
I commenti sono ovunque, in Facebook, nei blog e, facile immaginarlo, anche nei giornali di oggi. Nel merito, beh … chi ha commentato “sono riusciti a rovinare anche Striscia” proprio proprio tutti i torti non li ha!
Cominciamo dalla Hunziker? Tutti l’hanno trovato un po’ “spenta”, anche se spesso l’osservazione è stata accompagnata da un bonario “eh va beh, ma è incinta“.
La verità è che il problema non è nel pancione (messo fra l’altro, moooolto in evidenza da un abito probabilmente disegnato dalla stessa sarta che vestì la Bertè al Festival di Sanremo di alcuni anni or sono) … piuttosto nel fatto che non è facile passare da “spalla” a “conduttrice principale”. Si riprenderà? Personalmente credo di no ma nella vita … mai dire mai!
La Raffaele, invece, è brava (ottima, per esempio, nei panni di Belen) … francamente, però, la sua Minetti va bene se presa a piccole dosi … messa così, in una trasmissione intera, ha ricordato l’effetto che ai tempi fece “Franco oh Franco!”, che dopo un po’ … non se ne poteva più!
Ed eccoci ai “velini” novità di cui, a dirla tutta, probabilmente si poteva proprio fare a meno. Già sul ruolo delle “veline” ci sarebbe stato da discutere ma tant’è … almeno uno stacchetto quelle lo sapevano fare. Questi … a che servono? A prendere in giro il genere maschile? Sono due “ragazzotti di belle speranze”, non bellissimi e nemmeno tanto prestanti e, soprattutto, incapaci di muoversi in un modo che abbia un senso. Potevano prendere due ballerini, ce ne sono di bravissimi … oppure, cercando l’effetto “ohhh!”, due culturisti di quelli “giusti”, che almeno, pur non ballando, qualcosa da mostrare ce l’avevano. Invece no, ci sono ‘sti due che, al di là del fatto che si chiamano così e cosà e che fanno (forse) una qualche università, altro alla trasmissione non hanno portato. Contenti loro!
Poi è arrivato lo “spot out” (non affannatevi a cercarne il significato, è un termine che ho coniato io, scimmiottando il ben più noto “black out”) pubblicitario a reti unificate delle 21,00. “Un’idea nuova di zecca per rilanciare il mercato pubblicitario nel minuto di maggior ascolto della serata“, è stato detto … ovvero una trovata “geniale”, di cui proprio si sentiva la mancanza in un mondo televisivo talmente affollato di pubblicità che, ad aspettare che finisca, ci si dimentica persino cosa si stava guardando!
striscia-extracomunitariInfine un brevissimo commento al servizio di Max Laudadio “Milano: si può vivere così?” che forse sarebbe stato meglio intitolare “ma questi [quelli di Striscia] dove vivono?”. Perché invece di scandalizzarsi per il fatto che esistono appartamenti in cui, a dormire, ci vanno decine di persone a turno, forse sarebbe stato meglio chiedersi perché ci sono così tanti extracomunitari in Italia, perché continuano ad arrivare, perché ai cinesi è di fatto permesso tutto … Quelli dell’appartamento di Milano almeno un tetto e un letto ce l’hanno; e chi, magari Italiano, invece l’ha perso, dorme in stazione o vive “sotto i ponti”?

Annunci

From → Zapping

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...