Skip to content

DALLA PARTE DI BARILLA

27/09/2013

IL “REATO D’OPINIONE” DI GUIDO BARILLA

barilla02Non comprerò mai più pasta Barilla” … “Boicotta Barilla” … “Barilla brand omofobico” … ma vi rendete conto in che mondo siamo finiti? Quel poveraccio (per modo di dire) di Guido Barilla, durante la trasmissione La zanzara di Radio24, s’è solo “sbagliato” (idem) a dire “non farei uno spot con una famiglia omosessuale, ma non per mancanza di rispetto verso gli omosessuali che hanno il diritto di fare quello che vogliono senza disturbare gli altri, ma perché non la penso come loro e penso che la famiglia a cui ci rivolgiamo noi è comunque una famiglia classica” che … apriti cielo! La cosa è diventata l’argomento del giorno, anche in Parlamento! S’è mosso persino Oliviero Toscani (sì, quello così “normale” che faceva baciare preti e suore e che, più di recente, ha sostenuto che certe donne si cercano la violenza truccandosi e vestendosi in un certo modo …), che ha sentenziato “Mi vergogno, non mangerò più pasta Barilla!” … oltre, naturalmente, all’immancabile e sempre sentenziante Nicky Vendola, per il quale “il dibattito pubblico ha bisogno di essere coltivato da elementi di cultura, di consapevolezza, piuttosto che dal battutismo. E il battutismo come quello di Barilla credo strizzi troppo l’occhio a stereotipi e pregiudizi che appartengono alla peggiore italietta” (questo bisognerebbe sempre passarlo nel “traduttore simultaneo”, ma credo che qui si capisca … ).
Ma vi rendete conto? Qui siamo al reato di opinione! Uno, al riguardo, non è più libero di pensarla a modo suo (un modo, fra l’altro  n o r m a l i s s i m o ) … è colpevole, per default, perchè non la pensa in “quel” modo! E’ colpevole perché nella sua famiglia (come nella mia e in milioni di altre), quand’era piccolo, sono successe cose terribili come “la mamma che serviva a tavola” e che si occupava del proprio marito e dei propri figli … Questi sono “stereotipi pubblicitari che in altri paesi europei ben difficilmente arriverebbero sullo schermo” ha spiegato la presidente della Camera! Ma tutti questi, non dovrebbero occuparsi di altri e ben più gravi problemi che affliggono il nostro Paese?

barilla01
Per la cronaca … indipendentemente da come la penso io, Barilla (che come ho già scritto ieri, la successiva “rettifica” poteva anche risparmiarsela) ha il diritto, come tutti, di pensarla come vuole, purché resti nell’ambito del lecito e del “normale”. Cosa che non sta facendo l'”altra parte”, che sfruttando quel “silenziosa” troppo spesso accompagnato al termine “maggioranza” sta facendo passare per “normali” cose che, in realtà, non lo sono. Sempre fermo restando il fatto che tutti (e lo ripeto, t u t t i ) “hanno il diritto di fare quello che vogliono senza disturbare gli altri“. Di qui il momentaneo cambio di immagine sul mio profilo Facebook … quel “silenziosa”, non fa per me!

Annunci

From → Cose da pazzi

One Comment
  1. Paul permalink

    Finalmente qualcuno che prima di parlare accende il cervello. Bravo! Poi vorrei sapere se la Fiat ha mai fatto una pubblicità a quel cesso di Punto facendo vedere due gay che allegramente vanno a spasso, o una compagnia telefonica ha mai fatto uno spot a una sua tariffa tipo “you and me” con due gay che si scambiano sms e parlano per ore. Barilla poteva forse semplicemente evitare di dire una cosa OVVIA. La pubblicità è per il target di massa e fino a prova contraria la massa è costituita da eterosessual. O mi sono perso qualcosa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...